Par condicio, la Rai la applica in modo assurdo

Era successo a Renzi in modo altrettanto assurdo. Ora l'attore Ivano Marescotti viene tagliato via senza riguardi. Non solo per lui, che in quella fiction ha prestato la sua opera di attore noto e stimato, ma soprattutto per i telespettatori, costretti a seguire gli sviluppi di una storia incongrua in cui, a un certo punto, succede che un personaggio esca di scena senza un perché. Vittima d’improvvisa sparizione, dovuta alle norme sulla par condicio, Ivano Marescotti, candidato a Strasburgo per la lista «L’altra Europa con Tsipras», tuona dalla tribuna di Facebook contro la Rai colpevole di aver sforbiciato le sequenze che lo riguardavano nella fiction «Una buona stagione»: «È una presa in giro, hanno levato il mio nome e tutte le mie scene, in spregio alla storia narrata, agli altri attori, agli sceneggiatori, ai registi, e in primo luogo al pubblico e all’intelligenza umana».

 Ivano Marescotti
Questo è l'ennesimo scempio della politica italiana.
Riferimenti: http://www.lastampa.it/2014/04/24/italia/politica/lattorecandidato-censurato-dalla-rai-solo-una-grandissima-presa-in-giro-aFl8WlX1zwG672KDQg3qSK/pagina.html

Nessun commento

Posta un commento